Policlinico: ristrutturazione Pronto Soccorso, qualche disagio per i pazienti negli ultimi 90 giorni

Prosegue la ristrutturazione del pronto soccorso del Policlinico di Bari che si concluderà tra 90 giorni. Il cantiere non ha determinato sinora alcuna rimodulazione dell’attività assistenziale, ma in quest’ultima fase del progetto è purtroppo necessario intervenire sugli spazi di cura attuali, che saranno temporaneamente spostati in ambulatori d’emergenza, con qualche prevedibile disagio per i pazienti.

I lavori si inseriscono nel disegno di riorganizzazione iniziato con la realizzazione del nuovo accesso in ospedale per i mezzi di soccorso e consentiranno un significativo ampliamento degli spazi assistenziali.

La riorganizzazione logistica dell’area d’emergenza assicurerà appropriatezza alle cure, grazie ad un’effettiva separazione dei pazienti in ragione del loro livello di urgenza, con spazi dedicati dotati di tecnologia d’avanguardia, radiologia con TAC ad alta risoluzione e ambulatori specialistici.

“Già in questi ultimi mesi siamo riusciti ad ottenere un sensibile miglioramento delle performances – dichiara il dott. Vito Procacci, responsabile del pronto soccorso – il 66% dei pazienti in codice giallo vengono visitati entro 30 minuti, al contrario del 28% di prima, ma soprattutto abbiamo notato una notevole riduzione della conflittualità ed anche la qualità percepita appare sensibilmente migliorata, tant’è che abbiamo avuto molti meno reclami”.

“In questo momento – sottolinea Maurizio Marra, medico della Direzione Sanitaria – è necessario che i cittadini e tutti gli operatori, insieme alle istituzioni ed in particolar modo le altre aziende sanitarie della Regione, assicurino una piena collaborazione per superare le difficoltà logistiche di quest’ultima fase dei lavori che inizia a partire da mercoledì 10 luglio”.

Il Policlinico ha inoltre adottato la procedura operativa per la gestione del sovraffollamento in pronto soccorso e nominato il “bed-manager”, con il compito di ottimizzare la gestione dei posti letto aziendali, che peraltro nelle prossime settimane aumenteranno con l’attivazione di un nuovo reparto di medicina in area critica, dedicato esclusivamente ai pazienti provenienti da pronto soccorso.

“Si tratta di un profondo cambiamento della logica assistenziale del policlinico che rimette al centro il paziente e le sue esigenze attraverso la realizzazione di un’area di emergenza triplicata negli spazi che va incontro alle aspettative dei cittadini” afferma il direttore generale del Policlinico Giovanni Migliore. “I prossimi mesi saranno importanti la nostra sfida è di rispettare il cronoprogramma delle opere, non interrompendo l’attività di pronto soccorso” aggiunge il direttore Migliore. “Ringraziamo tutti i nostri operatori per lo sforzo straordinario che stanno producendo e ci scusiamo in anticipo con gli utenti per i disagi che potrebbero essere avvertiti in questo momento”.

L’intervento rispetta le indicazioni del progetto “hospitality” messo a punto da ASSET e sarà completato entro la fine del prossimo mese ottobre.

Puoi essere il primo a commentare su "Policlinico: ristrutturazione Pronto Soccorso, qualche disagio per i pazienti negli ultimi 90 giorni"

Lascia un commento

Your email address will not be published.