La maglia numero 2 di Giovanni Loseto non più in campo, salvo obiezioni della Lega Pro

La maglia numero 2 del Bari, ritirata tre anni fa in onore di Giovanni Loseto, resta fuori dalla numerazione biancorossa anche quest’anno. Almeno questa è l’intenzione della SSC Bari. Anche nella stagione che inizierà a breve nessuno indosserà la maglia numero 2: salvo obiezioni della Lega Pro.

Ma andiamo per ordine. Il Bari, che ieri ha diffuso la lista dei numeri ufficiali per questo campionato, ne ha “saltati” alcuni. In qualche caso (5, 15, 25 e 28) per lasciare posto ai futuri acquisti, da qui alla chiusura del mercato, o a qualche ragazzo delle giovanili; nel caso del 2, per continuare a dare efficacia all’iniziativa di luglio 2016 della FC Bari 1908 nei confronti di colui che nell’immaginario collettivo dei tifosi biancorossi era, è e sarà “il Capitano”.

Tuttavia la società della famiglia De Laurentiis deve fare i conti con il regolamento di categoria sulle divise da gioco che al punto 6 dell’articolo 3 recita: “…numerazione calciatori di movimento progressiva dal n. 2 in poi, in funzione del numero di tesserati, senza interruzione nella numerazione progressiva di numeri”.

E così la SSC Bari ha interpellato ed aspetta una risposta dalla Lega Pro per sapere se può continuare a dar corso all’iniziativa del ritiro della maglia numero 2 nonostante il regolamento imponga una numerazione progressiva senza interruzioni.

Quindi, salvo dinieghi da parte della Lega Pro, la 2 di Giovanni Loseto continuerà a non essere indossata dai giocatori biancorossi.

Questa la numerazione comunicata ieri: 1 Frattali; 3 Perrotta; 4 Costa; 6 Di Cesare; 7 Antenucci; 8 Hamlili; 9 Simeri; 10 Floriano; 11 Neglia; 12 Liso; 13 Sabbione; 14 Bolzoni; 16 Corsinelli; 17 D’Ursi; 18 Kupisz; 19 Ferrari; 20 Folorunsho; 21 Feola; 22 Marfella; 23 Schiavone; 24 Cascione; 26 Berra; 27 Terrani; 29 Scavone