Il Bari a Messina senza Di Gennaro, Bianco e Lollo

Dopo il pareggio casalingo di domenica scorsa al San Nicola contro la Paganese, che ha comunque regalato il primato solitario in classifica, il Bari tornerà in campo già domani, in un turno infrasettimanale, per la sesta giornata di campionato. Si gioca in trasfera, contro il Messina, allo stadio ‘Franco Scoglio’. Fischio d’inizio alle 17,30.

Le convocazioni non sono state ancora diramate ma il Bari conta almeno due defezioni: ieri il giudice sportivo ha appiedato per tre turni Raffaele Bianco, reo, a giudizio dell’arbitro, di aver colpito a gioco fermo un giocatore della Paganese con una gomitata al volto; oggi esami strumentali hanno escluso lesioni al ginocchio destro di Davide Di Gennaro dopo l’infortunio di domenica, ma verosimilmente il giocatore resterà fuori almeno un paio di settimane.

Ecco cosa ha detto mister Mignani prima della partenza per la Sicilia:

Avete analizzato a mente fredda il pareggio di domenica con la Paganese?

“È stata una partita che avremmo voluto vincere, però per come si è messa, per come è andata, ci portiamo a casa questo punto. E lo prendiamo con entusiasmo perché comunque la squadra è stata viva fino alla fine, anche con un uomo in meno, e adesso passiamo alla prossima”.

La formazione a Messina sarà condizionata più dalla condizione fisica o da dettami tattici?

“Si farà un pensiero su entrambe le situazioni. Abbiamo perso Bianco per squalifica e Di Gennaro per infortunio, chi ha giocato all’inizio ha retto bene 90 minuti, chi è entrato ha fatto bene, la squadra nonostante l’inferiorità numerica ha corso fino alla fine. Faremo una valutazione generale per capire se far riposare qualcuno e per dare minuti anche magari a qualcun altro”.

Viste le indisponibilità di Di Gennaro e Bianco, giocherà Maita davanti alla difesa?

“Stiamo valutando tenendo in considerazione il fatto che Maita può fare benissimo quel ruolo e abbiamo anche delle alternative. Abbiamo dei centrocampisti molto duttili per cui sotto questo aspetto siamo coperti e tranquilli”.

Il Messina viene da una sconfitta con qualche polemica. Che partita si aspetta?

“Una gara come tutte le altre. Andiamo a giocare su un campo difficile, contro una squadra molto organizzata, una squadra che produce un calcio propositivo, che prova a giocare. Quindi sarà una partita combattuta, una partita comunque giocata anche sotto aspetti tattici importanti”.

Il Bari ha dimostrato di saper giocare con intensità, anche con un uomo in meno. È questo il valore aggiunto?

“Le squadre devono essere intense. La parte agonistica, la parte fisica è predominante in questo campionato, è predominante in tutte le partite, quindi dobbiamo tenere sempre il ritmo alto e grande intensità durante tutta la gara”.

In cosa deve migliorare la sua squadra?

“Dobbiamo lavorare su tante cose. Nelle ultime partite probabilmente ci è mancata la capacità di chiudere il match o di andare su un doppio vantaggio. Questo è quello che avremmo potuto fare meglio però c’è tempo per migliorare. Io credo che i ragazzi siano coscienti di quello che stiamo facendo. Dobbiamo tutti quanti credere nel lavoro e cercare di dare continuità ai risultati”.

 

Aggiornamento delle 17.15:

Convocati 22 giocatori. Insieme allo squalificato Bianco, indisponibili Di Gennaro (problema ginocchio destro) e Lollo (fastidio alla caviglia).

Portieri: 1.FRATTALI, 13.POLVERINO, 22.PLITKO

Difensori: 3.GIGLIOTTI, 5.CELIENTO, 6.DI CESARE, 23.MAZZOTTA, 24.BELLI, 25.PUCINO, 26.TERRANOVA, 31.RICCI

Centrocampisti: 4.MAITA, 14.D’ERRICO, 29.SCAVONE, 99.MALLAMO

Attaccanti: 7.ANTENUCCI, 9.SIMERI, 10.BOTTA, 11.CHEDDIRA, 18.CITRO, 30.MARRAS, 88.PAPONI